Ferrari: Eddie Irvine a Maranello dopo 15 anni

"La Ferrari ha bisogno di fare un passo avanti"

Ferrari: Eddie Irvine a Maranello dopo 15 anni

Ferrari – Mancava da Maranello dal lontano 1999 Eddie Irvine, ex pilota automobilistico irlandese, in forza alla Scuderia Ferrari dal 1996 per ben quattro stagioni. Un autentico tuffo nel passato per lui, in visita ‘di piacere’ per ritrovare gli amici di un tempo e vedere da vicino il nuovo volto della fabbrica. “E’ fantastico tornare qui dopo tanto tempo ed è davvero sorprendente vedere quanto siano cambiate le cose dalla mia ultima volta” ha dichiarato Irvine ai microfoni di www.ferrari.com durante uno speciale factory tour a lui dedicato, iniziato nelle nuove aree di produzione e concluso in Gestione Sportiva. “Ho visto grandi cambiamenti ovunque, il lavoro effettuato sulle auto storiche – la mia grande passione – è incredibile, come è incredibile il livello di tecnologia raggiunto nelle aree produttive. Ho solo bei ricordi dei quattro anni passati qui, anche se all’inizio è stato un disastro per i numerosi problemi avuti con la monoposto, è stata un’opportunità incredibile e un grande onore, un privilegio che qualsiasi pilota vorrebbe poter provare almeno una volta nella vita”.

Non troppo benevolo nei confronti della nuova Formula 1 “Seguo sempre le gare, anche se non amo particolarmente novità come il manettino del boost e il DRS, il fatto che non ci sia più rumore o che si corra in Paesi in cui questo sport non ha tradizione”, l’ex ferrarista ritiene che la stagione in corso sia molto appassionante e che la prossima sia destinata ad emozionare ancor di più: “E’ bello vedere i piloti darsi battaglia. La Ferrari ha bisogno di fare un passo avanti e credo che ci riuscirà: il prossimo sarà un anno ancor più interessante”.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

14 commenti
  1. stefanoabbadia

    24 settembre 2014 at 17:29

    Ecco…avevo appena finito di leggere le baggianate su Alo alla Lotus.. (come si fa a scrivere certe scemate non lo capisco proprio…a me anche se lo dicessero non verrebbe mai da scriverlo..alo che lascia la Ferrari perché non ha certezze..per andare alla lotus dove l’unica certezza sono le incertezze? e con un motore mercedes il cui fornitore è presente con proprio team ufficiaolmente? pensate che la Mercedes sia cosi fessa da fornire un concorrente con ambizioni di battere il proprio team? per arrivare secondo si..ma alo..checciva a fare per arrivare dietro?) beh dicevo ho appemna finito di leggere scemenze e leggo questa..ci mancava il parere di Mr. Birra…già ci mancava…non lo avevamo capito che la Ferrari deve cambiare rotta…grazie Mr. Birra…grazie giornalista che lo hai proposto

  2. ChrisAmon

    24 settembre 2014 at 20:30

    Eddie Irvine non era certo un fuoriclasse, forse beveva qualche birra di troppo… Ma era simpatico e originale, non era un piagnone come Barrichello, è stato un fedele scudiero di Schumy e se nei box della Ferrari non avessero perso quella famosa gomma, probabilmente sarebbe diventato Campione del Mondo…..

    • stefanoabbadia

      25 settembre 2014 at 07:28

      Tutto vero tranne un particolare che ricordo benissimo…
      Quell’anno quando rischio di vincere il mondiale..Schummy si era fatto male…era arrivato un tal Mika Salo a sostituire Schumacher, bene nel gp di Germania Mika cedette il passo ad Eddi che arrivò primo..poi al GP d’italia Mika arrivò 3 ma non fu rallentato per cedere il passo perché Eddi purtroppo era 6…(cosa ci faceva sesto? con il compagno debuttante al terzo posto? colpa della macchina?) aggiungo che in Malaysia Schumacher che era in testa rallento per far passare Eddi e si interpose tra lui e Hakkinen facendo guadagnare punti ad Eddi..

      poi alla fine all’ultimo GP Hakkinen vinse e Eddi arrivò secondo..e perse il mondiale…diciamo che in Ferrari non ha pianto nessuno ma…che non lo abbiano aiutato non è vero…che lui non era all’altezza di Schumacher e Hakkinen è vero..che la vettura era fortissima anche…ha vinto delle gare e anche Mika Salo debuttante è salito piu volte sul podio…quindi..basta scemenze!!!!! ah quanto ho scritto lo potete tranquillamente verificare!!!!!

      • ChrisAmon

        25 settembre 2014 at 14:25

        Chia ha scritto che non fu aiutato ? Leggi bene prima di dare dei giudizi…. Il famoso episodio della “gomma mancante” fu un errore clamoroso, ma non certo voluto….

      • sralab

        25 settembre 2014 at 16:56

        @stefanoabbadia

        Vedo che non ricordi niente del mondiale del 1999.

        1) Eddie Irvine arrivo terzo in Giappone e non secondo.

        2) Eddie Irvine perse il mondiale per due punti.

        3) Gp Francia: Eddie Irvine 6. Schumacher 5. Eddie Irvine partì 17 esimo. Fece grande rimonta ma arrivato alle spalle del campione tedesco lo fecero rallentare perché doveva sempre arrivare dietro, appunto, a Schumacher.(due punti persi…guarda caso. Sempre i soliti idioti ordini scuderia.

        4) Gp Canada. Eddie Irvine arrivò terzo, dopo che era finito ultimo perché Coulthard lo speronò. Eddie fece una rimonta da leggenda con il rischio di arrivare primo(vatti a vedere soprasso su Herbert). La corsa a tre giri dalla fine fu messa in safety car per incidente a Diniz se non erro…ma potrei sbagliare…

        5) Gp Monza. Irvine arrivò sesto, Salo Terzo. Sai perché: telaio di Irvine era danneggiato. Vatti a rileggere le cronache del tempo…

        E potrei continuare….sai una cosa: in Germania quando Salo fece passare Irvine sai che mise Irvine sul gradino più alto del podio? Mika Salo….

        Potrei continuare all’infinito nel dirti che Irvine non perse il Mondiale. Fu la Ferrari a perderlo. Vedi Gp Europa, Francia, Italia…

      • stefanoabbadia

        26 settembre 2014 at 09:31

        http://it.wikipedia.org/wiki/Campionato_mondiale_di_Formula_1_1999#Gran_Premio_del_Giappone

        eGR. sRLALAB…ECCO IL LINK DA DOVE POTRA SCARICARE LA CLASSIFICA 1999, LA STESSA CLASSIFICA LA Potrà TROVARE SUL SITO UFFICIALE DELLA FIA…IRVINE ARRIVO 3° AL GP GIAPPONE..E PERSE IL MONDIALE PER 2 PUNTI SI Hakkinen…anche riguardo altri punti potrei obiettare..tipo quando lei allude che fu tenuto dietro a Schumacher (che era in testa al mondiale ed era stato assunto per vincere il mondiale e pagato per quello)..beh ..in quell’occasione ammesso che lo ralllentaronmo..Michael non si era ancora fatto male ed era in piena corsa per il mondial…concordo con lei con il gesto carino che irvine fece nel far salire Salo sul gradino più alto del podio dopo che lo stesso Salo si era fermato per fargli vincere una gara che non avrebbe mai vinto..e mi domando..meritava davvero il mondiale? per gli altri punti non mi abbasso a rispondere perché sono di fretta ..cmq li rilegga perché ha toppato anche li…saluti…meno vino il mattino neh

      • sralab

        30 settembre 2014 at 19:25

        @stefanoabbadia

        Vedo che conferma i miei dati.

        Lascio perdere le offese, tipiche ormai da tifo da stadio che sta contaminando questa f1, in quanto mi rendo conto che solo chi non ha argomenti tenta di buttarla in rissa.

        Io faccio parte di coloro che amano la F1 da appassionato e amo argomentare. Cosa che Lei non fa.

        Si rilegga i miei punti e se ha qualcosa da dire lo faccia concretamente.

        Intanto lascio agli appassionati questo bellissimo video https://www.youtube.com/watch?v=sad3cc5Xsi8

        P.s. in merito all’aiuto che avrebbe dato Schumacher in Malesia, mi sembra il minimo dopo tutti gli aiuti fatti dal pilota irlandese al pilota tedesco. A tal proposito consiglio di vedere il Gp del Giappone del 1997. Uno dei tanti esempi che potrei citare…

  3. lucaraikkonen

    25 settembre 2014 at 00:19

    Eddie è un grande. Poteva vincere il mondiale. Lo ha sfiorato come massa ma piangeva di meno. Di sicuro gli anni in ferrari gli hanno cambiato la vita. Solo è stato un peccato che in quelle stagioni la monoposto non fosse al massimo come nelle successive con barrichello, aparte che per shumi ovviamente 😉

  4. lorenzo biundo

    25 settembre 2014 at 14:18

    e bello vedere rivedere irvine pero ho notato che tutti si lamentano tutti odiano drs kers e questi motori cosa aspettano che la formula 1 finisca per sempre prima di cambiare i regolamenti?

  5. ChrisAmon

    25 settembre 2014 at 23:55

    Complimenti per la memoria storica @sralab…. Seguo la F1 ormai da troppi anni e non ricordo con tanta precisione certi episodi.. 😀
    Sono andato a rileggermi su Wikipedia la conclusione del mondiale 1999 e non ricordavo affatto che Eddie si era presentato all’ultima gara con 4 punti di vantaggio su Hakkinen, a dimostrazione che aveva fatto una grande stagione e non era solo un bevitore di birra….

  6. Brunoh

    28 settembre 2014 at 08:09

    Altro mondiale perso dagli ordini di scuderia impartiti da LCM. Per fortuna ora è out…

  7. sralab

    30 settembre 2014 at 19:31

    E sempre a proposito di Irvine….adesso tutti a parlare della mossa di Ricciardo…

    Andate a vedere il sorpasso di Irvine su Diniz nel 1999 al Gp del Canada…

    Semmai dovremmo chiamarla la Irvine’s Move…

    https://www.youtube.com/watch?v=sad3cc5Xsi8

  8. sralab

    30 settembre 2014 at 19:34

    ops. Scusate. Ho ripostato sorpasso su Herbert.

    Ecco il Link Giusto:

    https://www.youtube.com/watch?v=g5HCOrTtVvw

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Amarcord

F1 | GP Monaco 1999, doppietta da sogno per la Ferrari

Esattamente 19 anni fa (16 maggio 1999), il Cavallino monopolizza la scena tra le stradine del Principato: 1° Schumacher, 2° Irvine
La pista di Montecarlo ha da sempre regalato gioie e dolori alla Ferrari. Ascrivibile alla prima categoria è certamente la