F1 | Wolff: “Rinnovo Bottas? Siamo pronti al 90%”

La Mercedes sarebbe ormai pronta per rinnovare il contratto di Bottas per il 2018

F1 | Wolff: “Rinnovo Bottas? Siamo pronti al 90%”

Il tanto atteso rinnovo di contratto di Valtteri Bottas sta per arrivare. Il finlandese sta ottenendo risultati sempre più importanti e, con una classifica mondiale che lo vede a soli 23 punti dalla vetta, sono sempre maggiori le chance di rivederlo in Mercedes anche il prossimo anno.

La conferma ulteriore è arrivato dopo il secondo posto nel GP di Silverstone dalla bocca del grande boss della squadra, Toto Wolff: “Sono veramente soddisfatto di Valtteri – ha dichiarato all’emittente finlandese C More – guardando la sua performance non dovrebbero esserci problemi per il rinnovo”.

La decisione ufficiale non è stata ancora presa, ma dopo la pausa estiva le cose potrebbero facilmente sistemarsi: “Non parleremo solo dell’anno prossimo ma anche di quelli dopo, dobbiamo mettere insieme tutti i pezzi del puzzle. Dopo la gara di Budapest penserò ancora di più in vacanza sulla spiaggia”.

Se per un rinnovo pluriennale i dubbi ci sono ancora, la conferma del finlandese per il 2018 è ormai cosa fatta: “Credo che il rinnovo ci sarà – ha affermato Wolff – siamo pronti al 90%”.

Manuel Lai

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti
  1. f1erally

    17 luglio 2017 at 16:44

    quel 10% è la finestra tenuta aperta a Vettel se si stuferà della Ferrari…

    e se in breve la rossa non avrà una macchina competitiva l’ esito sarà sicuramente questo..

    “ancora ricordo il 1° anno con questi motori e l‘ arrivo di Ricciardo in Red Bull che faccia aveva, arrivò anche a parlare di ritiro“,

    ormai Vettel ha messo in luce il suo carattere e quello dei nervi fermi non è proprio il suo miglior pregio,
    se questo non avrà una macchina vincente in breve non firmerà mai con Ferrari, perchè ciò non gli darà garanzie per il futuro e difatti la sensazione sembra essere quella che la macchina rossa sia frutto di un progetto azzeccato all‘ inizio grazie al cambio regolamentare ma soltanto all‘ inizio;

    ma con l‘ incapacità però di saperlo sviluppare nel tempo, cosa che gli altri sanno fare meglio e che non si troveranno di sicuro impreparati al 2° anno per il progetto della seconda macchina con queste regole!!

    Questo lui lo sa e difatti dietro alla prostrazione di Marchionne e di tutta la squadra Ferrari “umiliante da parte loro” prende ancora tempo, proprio perchè non si fida…

    A cannare o azzeccare una macchina ad un cambio regolamentare così grande sono bravi tutti, è dopo, nelle evoluzioni che dimostri se hai veramente capito quello che hai fatto “e quindi che puoi ripeterti” o se prima è stato solo frutto del caso…

    120.000.000€ . . . .

    Roba da matti . . . .

    Come se le mancanze tecniche le potesse sopperire solo lui . . .

    2 comprimari, a gratis . . .

    e che gli stessi 120.000.000 li spendano in strutture e ricerca invece che in piloti . . .

    devono essere i piloti a prostrarsi alla Ferrari, non il contrario . . .

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati