F1 | Vettel: “La strategia non c’entra, Mercedes più veloce”

Secondo gradino del podio per il ferrarista in Texas

F1 | Vettel: “La strategia non c’entra, Mercedes più veloce”

Non è bastata un’ottima partenza e una bella gara, condita da un sorpasso magistrale ai danni di Bottas, a far arrivare Sebastian Vettel sul gradino più alto del podio. Il tedesco della Ferrari saluta Austin con un secondo posto e un distacco sempre più importante dal rivale Hamilton. Ecco le sue parole a conclusione del weekend in Texas.

“In partenza ci eravamo subito posizionati bene, perché avevamo superato Lewis piuttosto rapidamente, ma poi ci siamo dovuti rendere conto che non potevamo tenere il suo passo oggi, quindi complimenti a lui. In seguito ci siamo ritrovati un po’ nella terra di nessuno: eravamo vicini dopo il primo stop, e poi abbiamo deciso di fermarci di nuovo, perché non avevamo ritmo. Con il set di gomme fresco è stato più emozionante: abbiamo potuto spingere di più, anche se il risultato non è stato quello che volevamo. Dobbiamo ammettere che oggi non è dipeso dalla strategia ma dal fatto che loro (la Mercedes) erano più veloci di noi”.

“Sentivo che macchina e gomme soffrivano parecchio già dopo 4 giri. Forse avrei potuto fare di più per tenere dietro Lewis ma era talmente veloce che comunque non avrebbe fatto differenza. deludente perdere la testa della gara quando ce l’hai ma la differenza del passo era così grande oggi che non avremmo potuto vincere”. 

“Ho gestito la gara cercando di rimontare e arrivare alla fine. Se guardiamo la posizione in cui abbiamo tagliato il traguardo probabilmente la seconda sosta è stata la scelta giusta. Avevamo due gare in cui concorrevamo per il podio e siamo riusciti a salirci con entrambe le macchine, anche se certamente non è il risultato che avremmo voluto”. 

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

2 commenti
  1. stefanoabbadia

    23 ottobre 2017 at 07:06

    Mercedes più veloce? ma vah?
    da 4 GP sento Voi e il Boss dire che la Vs. vettura è la più veloce del lotto e che avreste puntato a vincere le ultima 6 gare, ho visto una Mercedes fare le pole position e vincere le gare, vedo una RB che oserei dire (affidabilità a parte che vi fa concorrenza) è migliore della vostra vettura…
    Via Binotto e dentro un vero motorista e un vero direttore tecnico altro che scuse!!! la penalizzazione a Verstappen non la commento nemmeno

  2. stefanoabbadia

    23 ottobre 2017 at 07:19

    Onesto

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

F1 | Vettel: “La strategia non c’entra, Mercedes più veloce”

Secondo gradino del podio per il ferrarista in Texas

Nina Stefenelli
di 23 ottobre, 2017
F1 | Vettel: “La strategia non c’entra, Mercedes più veloce”

Non è bastata un’ottima partenza e una bella gara, condita da un sorpasso magistrale ai danni di Bottas, a far arrivare Sebastian Vettel sul gradino più alto del podio. Il tedesco della Ferrari saluta Austin con un secondo posto e un distacco sempre più importante dal rivale Hamilton. Ecco le sue parole a conclusione del weekend in Texas.

“In partenza ci eravamo subito posizionati bene, perché avevamo superato Lewis piuttosto rapidamente, ma poi ci siamo dovuti rendere conto che non potevamo tenere il suo passo oggi, quindi complimenti a lui. In seguito ci siamo ritrovati un po’ nella terra di nessuno: eravamo vicini dopo il primo stop, e poi abbiamo deciso di fermarci di nuovo, perché non avevamo ritmo. Con il set di gomme fresco è stato più emozionante: abbiamo potuto spingere di più, anche se il risultato non è stato quello che volevamo. Dobbiamo ammettere che oggi non è dipeso dalla strategia ma dal fatto che loro (la Mercedes) erano più veloci di noi”.

“Sentivo che macchina e gomme soffrivano parecchio già dopo 4 giri. Forse avrei potuto fare di più per tenere dietro Lewis ma era talmente veloce che comunque non avrebbe fatto differenza. deludente perdere la testa della gara quando ce l’hai ma la differenza del passo era così grande oggi che non avremmo potuto vincere”. 

“Ho gestito la gara cercando di rimontare e arrivare alla fine. Se guardiamo la posizione in cui abbiamo tagliato il traguardo probabilmente la seconda sosta è stata la scelta giusta. Avevamo due gare in cui concorrevamo per il podio e siamo riusciti a salirci con entrambe le macchine, anche se certamente non è il risultato che avremmo voluto”. 

http://f1grandprix.motorionline.com/f1-vettel-la-strategia-non-centra-mercedes-piu-veloce/