F1 | Red Bull, Helmut Marko: “Siamo sulla strada giusta”

"Abbiamo fatto grandi passi in avanti, ma dobbiamo migliorare", il commento del talent scout di Milton Keynes

F1 | Red Bull, Helmut Marko: “Siamo sulla strada giusta”

Helmut Marko crede che la vittoria ottenuta da Daniel Ricciardo nel folle Gran Premio d’Azerbaijan, andato in scena domenica scorsa tra le stradine di Baku, possa dare quella carica in più alla Red Bull per vincere anche in condizioni di pista normali.

Il talent scout austriaco di Milton Keynes ha affermato che il successo azero è stato importante, in quanto ha riscattato un inizio di stagione al di sotto delle aspettative: “Ora siamo sulla strada giusta – il pensiero di Marko nell’intervista rilasciata alla testata tedesca Auto Motor und Sport –  possiamo vincere con le nostre forze anche se non siamo riusciti a migliorare i nostri motori come Mercedes e Ferrari”.

Marko ha elogiato il lavoro svolto in fabbrica e anche quello sulla power unit svolto dalla Renault: “Abbiamo fatto un vero e proprio passo in avanti con il telaio e siamo migliorati di un secondo rispetto ad inizio anno. Anche la Renault ha fatto progressi significativi. Dobbiamo continuare a migliore. Hamilton e Vettel sono a tre o quattro decimi. Due decimi sul rettilineo di Baku non sono molti, ma hanno fatto la differenza. Ci aspettiamo molto per Silverstone e Budapest”.

Sul prossimo weekend di gara, in programma in Austria sul tracciato di Spielberg dal 7 al 9 luglio, dove la Red Bull giocherà in casa, Marko ha detto: “È un tracciato stop&go, dove ci sono molti rettilinei, curve brevi e zone di accelerazione in salita. Ci sono pochi posti dove il nostro telaio può fare la differenza”.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Alonso pronto alla sfida di Monaco

"E' una di quelle piste che tende a livellare il campo di gioco"
Lo spagnolo è fiducioso che con le caratteristiche particolari del tracciato di Montecarlo, la McLaren potrebbe puntare a fare una