F1 | Prost fissa l’obiettivo Renault per il 2018: arrivare in top 5

Poi sul GP di Francia: "Siamo paesi con un forte legame con l'industria automobilistica. Il Gran Premio è un evento importante per il paese. E lo è anche per la Formula 1"

F1 | Prost fissa l’obiettivo Renault per il 2018: arrivare in top 5

Alain Prost fissa l’obiettivo della Renault per il campionato 2018 di Formula 1: recuperare lo svantaggio accumulato negli anni e arrivare nella top 5, quindi giocarsi un posto subito dopo Ferrari, Mercedes e Red Bull.

Il desiderio del quattro volte campione del mondo (1985, 1986, 1989, 1993) è molto ambizioso e vuole far tornare la Renault ai vertici della Formula 1. Cyril Abiteboul ha detto durante questa settimana che il 2018 sarà l’ultimo anno di ricostruzione del team in un progetto iniziato nel 2016. Entro il 2018 Alain Prost ritiene che stabilirsi al quinto posto sia un obiettivo perseguibile: “Abbiamo un obiettivo per il 2018, essere i numeri cinque; non mi piace fissare l’obiettivo più concreto, perché so che a volte devi combattere con la fortuna e la sfortuna e addirittura potresti arrivare quarto l’anno successivo, ma se rimani dietro 1,5 o due secondi dai leader allora non ha alcun senso continuare ancora. Noi vogliamo essere sempre più vicini”, ha affermato il quattro volte campione in un’intervista trasmessa sul sito ufficiale della Formula 1.

Il francese ha anche parlato di una delle grandi rivelazioni del 2017, il suo connazionale Esteban Ocon. Per Prost, il pilota della Force India è stato il “più impressionante” della stagione, lasciando da parte i piloti delle grandi squadre: “Esteban mi ha impressionato molto quest’anno, è stato molto coerente, molto veloce, in una buona squadra e ovviamente con una buona macchina, ma è riuscito a battagliare con Checo Perez, che è uno dei piloti più riconosciuti, riuscendo a gestire bene la stagione. Se lasci da parte i piloti principali, e Max è ovviamente stato impressionante e imbattibile a volte, per tutta la stagione penso che Ocon sia stato il più impressionante”, ha detto.

Il 2018 segna anche il ritorno della Francia nel calendario di Formula 1. Per Prost è un peccato che l’evento sia scomparso negli ultimi anni, perchè ha rappresentato un grave mancanza per il paese: “Una nazione come la Francia è come l’Inghilterra: lì è nato lo sport automobilistico, marchi come Bugatti, Talbot e ovviamente Renault, Peugeot, Citroën… Siamo paesi che hanno un legame molto stretto con l’industria automobilistica. È un peccato non aver avuto questa gara, non solo per la gara in sé, ma anche perché è un evento importante per il paese. E lo è anche per la Formula 1”, ha detto il francese.

Fabiola Granier

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Amarcord

F1 | Prost ricorda Senna: “Sono già passati 24 anni”

I due, compagni di squadra in McLaren-Honda, furono protagonisti di un'accesa rivalità tra la fine degli '80 e inizio '90
Nella giornata di ieri in tantissimi hanno reso omaggio alla figura di Ayrton Senna, nel ventiquattresimo anniversario dalla morte. Il brasiliano,