F1 | Mercedes sulle orme della Ferrari: nasce l’idea di un team satellite

Le collaborazioni instaurate dal Cavallino con Haas e Sauber, potrebbero indurre la casa tedesca a fare un passo simile: "Ne stiamo discutendo"

F1 | Mercedes sulle orme della Ferrari: nasce l’idea di un team satellite

Sulle orme della strategia adottata nelle ultime stagioni dalla Ferrari, la Mercedes starebbe pensando di appoggiarsi ad un team satellite, con cui instaurare un rapporto che vada ben oltre la semplice fornitura di motori. Lo ha ammesso Toto Wolff, nella lunga intervista rilasciata ad ESPN: Si tratta di una cosa che stiamo considerando. Non è facile perché non vuoi distrarre la tua organizzazione con una collaborazione con un’altra squadra. Non siamo gli unici ad avere idee intelligenti. È un argomento del quale stiamo discutendo, ma al momento non c’è ancora nulla di concreto”. Da qualche anno a questa parte, la casa tedesca fornisce Power Unit a Williams e Force India, e proprio a quest’ultima ha piazzato Esteban Ocon, pilota junior della Stella.

Il direttore esecutivo della scuderia di Brackley ha poi lodato la Ferrari per la scelta di approfondire le partnership con Haas e, soprattutto, Sauber (vedasi l’intervento dell’Alfa Romeo): “Penso che quello che stanno facendo Sergio Marchionne e Maurizio Arrivabene sia molto intelligente. Hanno instaurato un buon rapporto con la Haas e questo li ha aiutati, così come è stato utile per la Ferrari. Invece, ciò che stanno facendo con la Sauber è molto visionario: questa alleanza può essere davvero pericolosa per noi”.

Federico Martino

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

4 commenti
  1. cevola

    2 gennaio 2018 at 23:07

    Forse ci stiamo avvicinando al concetto di “terza macchina”, solo che invece di schierarla nella squadra ufficiale, si usa un team satellite e alla fine diventano quattro. Certo è che se la Ferrari facesse una vettura per se e la desse pari, pari anche ad Haas e Sauber, lasciando ad esempio solo lo sviluppo a queste squadre, ecco che forse la cosa diventerebbe interessante e si avrebbe un certo livellamento delle prestazioni, verso l’alto, tra le vetture… Cosi’ farebbe la Mercedes e magari la Redbull. Capisco non piaccia a tutti, ma dal punto di vista dello spettacolo certamente ne gioverebbe…

  2. ooJEANoo

    3 gennaio 2018 at 11:19

    Cevola si hai ragione tipo come accade in MotoGP, vettura satellite in altro team e magari ufficiale per piloti meritevoli
    Ma non accadrà, almeno finché in questa F1 i sorpassi non saranno più facili
    Nessuno (intendo Ferrari, Mercedes) vorrebbe vedersi davanti il proprio team satellite che magari fa da “tappo” e dover chiedere di farsi dare strada
    Perché Red bull ha rifiutato motori Ferrari e Mercedes non è interessata ha fornirli?
    Perche Ferrari non gli dava gli sviluppi e Mercedes non vuole un team con lo stesso motore che gli rompa le scatole per il titolo
    In pratica entrambi la stessa cosa “se vuoi il nostro motore non prenderai il top perché quello serve ha noi per starti davanti”
    Quindi i team satellite rimarranno dietro ha combattere per le briciole aiutando per lo sviluppo del motore

    • cevola

      3 gennaio 2018 at 13:04

      Certo per le squadre ufficiali sarebbe uno smacco prendere paga da un team satellite a cui hai garantito lo stesso supporto tecnico, pero’ è anche vero che il team satellite vincerebbe, se mai accadesse, con un motore ufficiale Ferrari, o Mercedes. Forse Ferrari è quella che, come immagine, ne risentirebbe di più, mentre le altre squadre credo di no. Se guardiamo alla Renault, stanno fornendo a Redbull il motore ufficiale con tutti gli aggiornamenti del caso. Infatti prendono paga, ma non se ne curano, anzi prendono la Redbull come riferimento e curano il motore ai massimi livelli. Nel 2018 forniranno la stessa PU anche a McLaren e c’è il rischio che staranno dietro pure a quella… Da spettatore e appassionato dico, per fortuna che è così perché certamente si darà a più squadre la possibilità di combattere per le posizioni che contano. Vetture che prendono dai 2 ai 4 secondi al giro, onestamente, non mi sembra siano piacevoli da vedere neppure dal vivo…figuriamoci in TV

  3. ooJEANoo

    6 gennaio 2018 at 14:40

    Quoto

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati