F1 | Mercedes: “La manovra di Ricciardo è stata un po’ brutale”

Wolff: "Valtteri lo ha aiutato ad evitare una collisione"

F1 | Mercedes: “La manovra di Ricciardo è stata un po’ brutale”

Il team principal della scuderia tedesca, Toto Wolff, ha dichiarato che il sorpasso dell’australiano ai danni di Valtteri Bottas nelle fasi finali della gara, avrebbe potuto causare un contatto.

Daniel Ricciardo è noto per essere uno dei migliori nel sorpasso e infatti, nella gara di domenica a Shanghai, ha vinto dopo aver azzeccato la strategia nel montare un nuovo set di gomme durante lo schieramento della safety car.

L’australiano ha fatto una corsa fantastica, superando tutte le vetture davanti, una alla volta. Il suo ultimo sorpasso della gara, su Bottas, è stato semplicemente mozzafiato ma Wolff ha ammesso che sebbene sia stata una manovra eccellente, avrebbe potuto causare una collisione se non fosse stato per un’azione tempestiva da parte di Bottas.

“Daniel è uno dei migliori piloti, e lo ha dimostrato di nuovo -ha commentato Wolff- era molto efficiente, era in grado di aspettare la sua opportunità, era aggressivo quando era necessario. Nel complesso è stata una gara molto buona per lui. Forse la manovra su Valtteri è stata un po ‘… brutale. C’è riuscito ma Valtteri lo ha aiutato ad evitare una collisione. Tuttavia, è stata una corsa fantastica”.

Il secondo posto del pilota finlandese è stato l’unico risultato positivo del weekend per le frecce d’argento:

“L’unica cosa che vedo positiva è la gara di Valtteri. E’ stato davvero fantastico, senza errori ma sfortunato con la safety car. Se Valtteri non avesse aperto la porta all’ultimo minuto, Ricciardo lo avrebbe portato fuori”.

Bottas ha aggiunto che non ha provato a bloccare il sorpasso perché non voleva rischiare di andare fuori pista e sapeva anche che l’australiano avrebbe comunque fatto in modo di passare.

“Stava davvero chiudendo in fretta e con una grande differenza di ritmo. Avevano una macchina davvero forte, in quella situazione stavo difendendo la curva 6, quindi è stato un po’ un compromesso perché se vai molto estremo, sicuramente ti porterà all’uscita se lui può scegliere la linea dietro di te. Era solo questione di tempo”.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati