F1 | Mercedes, Bottas: “Ho fatto il possibile per tenere dietro Vettel”

"Spero sia stato un contributo notevole per la squadra"

F1 | Mercedes, Bottas: “Ho fatto il possibile per tenere dietro Vettel”

Al termine del Gran Premio di Spagna, Valtteri Bottas ha spiegato i motivi che hanno spinto la Mercedes a ritardare il suo passaggio dalle gomme soft a quelle medium, rallentando di fatto la corsa di Sebastian Vettel verso la vittoria. Secondo quanto dichiarato dal finlandese, l’obiettivo era quello di ritardare il più possibile l’utilizzo delle medie così da averle al massimo nella parte finale di gara. Bottas non ha inoltre nascosto che questa strategia, concordata con la squadra, ha permesso a Lewis Hamilton di guadagnare terreno nei confronti del tedesco (che, ricordiamo, ha affrontato la parte centrare di gara con le ben più performanti soft).

Ecco le parole di Valtteri Bottas: “Con la squadra avevamo concordato una strategia differente e quando ero davanti a Vettel ho fatto il possibile per tenerlo dietro. Fa parte del gioco. Purtroppo in quella fase di gara era notevolmente più veloce e non sono riuscito a tenerlo dietro per troppi giri. La differenza di passo era notevole a suo favore. Penso di aver fatto il massimo e spero sia stato un contributo notevole per la squadra. Guardando il costruttori penso che lasciamo la Spagna con ottime indicazioni”.

Roberto Valenti

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti
  1. rossoferrarisempre

    16 maggio 2017 at 00:42

    questo e’ un comportamento ANTISPORTIVO e non perche lo ha fatto la Mercedes.
    Ostacolare pur in modo corretto formalmente un pilota con cui non sei in lotta per la posizione al solo fine di agevolare non te stesso ma un altro pilota e’ ANTISPORTIVO e andrebbe sanzionato.

  2. Magu

    17 maggio 2017 at 17:00

    Arriverà il GP dove sarà la Ferrari a fare la stessa tattica Mercedes..sono curioso di sentire i commenti dei soliti giornalai..stranamente nessuno ricorda il Gp Malesia ’99…..

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati