F1 | La leggenda di Gilles Villeneuve rivive nel libro di Paolo Marcacci

Nell'opera di Marcacci la vita di Villeneuve viene affrontata in tutte le sue sfaccettature: dalle motoslitte fino alla tragedia di Zolder

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
F1 | La leggenda di Gilles Villeneuve rivive nel libro di Paolo Marcacci

Un posto di rilievo, tra i piloti più amati della storia della Formula Uno, lo occupa sicuramente Gilles Villeneuve. Malgrado il magro palmares (6 vittorie in carriera), l’Aviatore canadese è entrato nelle grazie degli appassionati per quella sua continua voglia di andare oltre al limite, non scendendo mai a compromessi con la ragione e la logica (come dimostrano gli spettacolari incidenti avuti in carriera), ma ambendo sempre e comunque alla massima posta in palio. Villeneuve era infatti nato per la velocità e la velocità non poteva fare a meno di Villeneuve: un binomio perfetto mandato in frantumi solo da un tragico destino.

Datemi qualsiasi cosa a motore e io ve lo porterò a limite”, era proprio questa la filosofia di Villeneuve che aveva fatto breccia nel cuore delle folle così come in quello di Enzo Ferrari, suo grande estimatore, che lo ha sempre difeso dalle ire della critica anche nei momenti più difficili.

Al compianto Gilles, Paolo Marcacci ha dedicato la sua ultima fatica letteraria (Villeneuve. Il cuore e l’asfalto, Kennes 2017). Nella sua opera Marcacci, che la nostra redazione ha avuto il piacere di intervistare, fa rivivere il mito Villeneuve con dovizia di particolari in un racconto denso ed emozionate: dagli inizi con le motoslitte, passando per la Formula Ford e la Formula Atlantic fino all’approdo in Formula Uno e alla tragica fine sulla pista di Zolder avvenuta l’8 maggio 1982.

INTERVISTA ALL’AUTORE

D. Ciao Paolo. Il cuore e l’asfalto: perché hai scelto queste due parole per il titolo del tuo ultimo libro su Gilles Villeneuve?

R. «Perché credo che sia un titolo che rende l’idea di come Gilles Villeneuve interpretava le gare, qualsiasi gara. Volevo riassumere tutta la generosità e la poesia che c’erano nel suo stile di vita, che poi si è tramutato anche in un tragico destino».

D. Perché hai deciso di scrivere un libro su Villeneuve?

R. «Perché ricordo una Formula Uno di eroi, oltre che di grandissimi, inimitabili fuoriclasse del volante. Una generazione di piloti davvero eccezionali, in un tempo in cui le macchine si potevano ancora “interpretare”, per così dire. In mezzo a loro uno sconosciuto, proveniente dalle nevi canadesi, che seppe essere più eroe degli altri».

D. Quando Villeneuve è morto, tu eri solo un bambino. Quali ricordi fanciulleschi ti legano al folletto canadese?

R. «Direi che non era un folletto; era in realtà un gigante celato dentro un corpo minuto e con un volto delicato, dallo sguardo malinconico. Ricordo i suoi sorpassi, capolavori di tecnica e accelerazione; i suoi virtuosissimi e anche le sue carambole. Per noi ragazzini dei primi anni 80 i piloti di Formula Uno esercitavano un fascino molto più intenso rispetto a quelli di oggi. E di lui si capiva quanto fosse speciale, nel chiedere alla macchina sempre qualcosa in più».

D. Quanto manca, all’attuale Formula Uno, una figura come quella di Gilles?

R. «Manca molto; manca come tutti quei campioni che hanno fatto appassionare alle loro discipline anche quelli che prima di loro non lo erano. Ma direi che alla Formula Uno di oggi, in generale, mancano molte cose di quella dell’epoca, a cominciare dal rumore, oggi molto attutito».

D. Hai in mente altri progetti editoriali?

R. «Credo proprio di sì, sperando che piacciano al mio editore, la Kenness di Milano, che ringrazio per aver creduto in un libro comeVilleneuve – Il cuore e l’asfalto“, che è già in ristampa, tranquilli.  Ad esempio, mi piacerebbe raccontare un uomo come Niki Lauda e le sue due vite».

Piero Ladisa 

25th ottobre, 2017

Tag:, ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento.

Orari e risultati: GP Brasile
GP
Venerdì 10 Novembre
Prove Libere 1 13:00 - 14:30
Prove Libere 2 17:00 - 18:30
Sabato 11 Novembre
Prove Libere 3 14:00 - 15:00
Qualifiche 17:00
Domenica 12 Novembre
Gara 17:00
Meteo F1 GP Brasile
Calendario F1 2017
Listino Auto Nuove: Configura la tua Auto
F1 su Facebook: Diventa Fan
Copyright © 2011 Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini