F1, Hakkinen ambasciatore della McLaren

Il ritorno del "finlandese volante": si occuperà di marketing

F1, Hakkinen ambasciatore della McLaren

L’ex pilota finlandese due volte campione del mondo, ritorna in Formula 1 nel ruolo di socio ambasciatore del team McLaren; il contratto che lo lega al costruttore inglese è pluriennale. Mika, ha corso per la McLaren dal 1993 al 2001, vincendo il mondiale nel 1998 e nel 1999; a 33 anni il ritiro dalle corse. Sono rimaste indimenticabili le lotte con il suo acerrimo rivale, Michael Schumacher, del quale Hakkinen ha sempre parlato con rispetto, considerando quella rivalità come “il periodo migliore della mia carriera”.

Il team McLaren ha dichiarato che l’ex campione del mondo lavorerà presso la sede di Woking accanto al direttore esecutivo Zak Brown e al reparto marketing. Hakkinen è il secondo ambasciatore della squadra inglese dopo Jenson Button, il quale, dopo il ritiro dalle corse, si è preso un anno sabbatico anche se rimane a disposizione del team per lo sviluppo della monoposto.

Ecco il commento del nuovo ambasciatore, Mika Hakkinen:

“Ho sempre considerato la McLaren come casa mia e nel mio cuore ho ancora del posto per ogni persona che lavora nel tema. Ovviamente gli anni recenti non sono stati facili per loro, ma ho sempre pensato che la McLaren tornerà a combattere e io farò del mio meglio per aiutarla”, ha dichiarato Hakkinen a Crash.net.

Prendere questa decisione per “il finlandese volante” è stato semplice dal momento che non ha mai perso i contatti con il team, inoltre, è entusiasta di lavorare con una persona in particolare: “Non vedo l’ora di collaborare con Zak Brown, al quale devo una delle mie vittorie del 2001. Abbiamo già parlato sul da farsi e ho già visto che sa perfettamente in che direzione andare per far tornare la McLaren competitiva”.

Lo stesso Brown, ha commentato con entusiasmo il ritorno di Mika: “È uno dei miei eroi, il pilota che rimarrà per sempre il più coraggioso, il più grande e l’icona della storia della Formula 1”.

Jessica Cortellazzi

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati