F1 | Haas: “Non vogliamo più un pilota pagante”

“Penso che la Ferrari rispetti questo. Sulla base di ciò, se ci fosse un certo accordo comune interessante per noi, probabilmente saremmo più aperti”

F1 | Haas: “Non vogliamo più un pilota pagante”

Il proprietario del team, Gene Haas, ha espresso la sua volontà di non assumere un altro “pilota pagante” per fare soldi attraverso le sue prestazioni in pista. Esteban Gutierrez, sostenuto dalla Ferrari e finanziato da sponsor messicani, è stato licenziato a favore di Kevin Magnussen per la  stagione 2017, dopo una scarsa prestazione del pilota.

Ma nonostante Haas abbia detto che per il team è quasi impossibile non considerare un “driver pagante”, allo stesso tempo spera di non dover ricorrere a questo modello in futuro: ”Per un modello di business non ha molto senso: non è un segreto il fatto che costa 60 milioni di dollari mettere un’auto in pista per la stagione e se qualcuno – non solo Ferrari – ti dà un pilota e loro ti pagano anche $ 5 o $ 6 milioni, alla fine c’è un deficit di 55 milioni di dollari. Penso che il nostro punto di vista è sempre stato quello di fare punti ed è così che poi facciamo denaro. Quindi è il nostro modello di business”, ha aggiunto Haas.

E poi sicuramente ci sarà anche un accordo con Ferrari per poter realizzare una situazione simile, nel caso in cui si dovesse fare: “Penso che la Ferrari rispetti questo. Sulla base di ciò, se ci fosse un certo accordo comune interessante per noi, probabilmente saremmo più aperti”, ha concluso.

Fabiola Granier

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati