F1 | GP Spagna 1996: la prima storica vittoria di Schumacher in Ferrari

Esattamente 22 anni fa (2 giugno 1996), il tedesco coglie il primo trionfo in Ferrari con un'autentica dimostrazione di forza sul bagnato

F1 | GP Spagna 1996: la prima storica vittoria di Schumacher in Ferrari

Ci sono imprese che restano incise nel cuore e nella mente degli appassionati. Memoriali che, malgrado l’avvicendarsi inesorabile del tempo, non vengono scalfiti o ingialliti dall’album dei ricordi. Come la prima storica vittoria di Michael Schumacher in Ferrari, colta dal tedesco sul tracciato catalano del Montmelò domenica 2 giugno 1996.

I due appuntamenti precedenti a quel Gran Premio di Spagna avevano offerto una Ferrari forte sul giro secco (Schumacher aveva infatti centrato le due pole consecutive a Imola e a Montecarlo, in quest’ultimo caso con una mirabile magia nel terzo settore della pista monegasca, ndr) ma non all’altezza nel confronto in gara, complici anche le partenze non eccelse del tedesco e il ritiro dopo poche curve patito a Monaco. Ma oramai i tempi sono maturi verso quel grande salto chiamato vittoria.

Nel sabato di qualifiche del Montmelò torna a brillare in pista la Williams-Renault, che monopolizza l’intera prima fila dello schieramento con Damon Hill che precede il più giovane compagno di squadra Jacques Villeneuve. Alle loro spalle c’è la Ferrari F310 di Schumacher, che accusa un pesante distacco dalla migliore prestazione fatta segnare dalla prima delle FW18: oltre nove decimi.

I riscontri forniti al termine delle prove ufficiali non lasciano, almeno sulla carta, nessuna possibilità di successo alla Ferrari e a Michael. Ma c’è una variabile, che da li a poche ore si sarebbe manifestata, sovvertendo le forze in pista: la pioggia.

Infatti il maltempo si abbatte impetuoso nella zona del Montmelò già dalla sera del sabato, costringendo i piloti a disputare warm-up e gara su pista bagnata. Ed è proprio in condizioni estreme che emerge il manico del pilota.

Come avviene per un driver dalla classe cristallina come Michael.

La partenza non è però delle più memorabili per Schumacher che, complice un problema alla frizione, perde diverse posizioni e scivola dal terzo posto fino al dodicesimo.

Il tedesco sprofonda così a centro gruppo, dando vita a una straordinaria rimonta, malgrado la scarsa visibilità, che lo porta in pochi giri a rimontare posizioni su posizioni fino alla leadership della corsa ottenuta al dodicesimo giro, quando si sbarazza della Williams di Villeneuve al tornantino, dove in precedenza aveva messo la freccia anche sulla Benetton di Jean Alesi.

La prodigiosa remuntada è così compiuta. La Ferrari numero 1 si issa in testa alla classifica del GP di Spagna non lasciandola più fino alla bandiera a scacchi, malgrado un problema di potenza al motore.

Nonostante il nubifragio Schumacher è protagonista di un’autentica dimostrazione di forza sul bagnato, dipingendo mirabili traiettorie tra i rivoli d’acqua della pista catalana.

Come dimostrano gli impietosi distacchi rifilati alla concorrenza: Alesi 2° becca 45”, Villeneuve 3° 48”. Tutti i restanti piloti giunti a traguardo sono invece doppiati.

Alla sesta gara in Ferrari Schumacher si regala così la prima vittoria (delle 72) in rosso.

E’ l’inizio del mito, di una straordinaria storia d’amore che porterà il tedesco e la Ferrari a dominare la scena della Formula Uno solamente qualche anno dopo.

F1 | GP Spagna 1996: la prima storica vittoria di Schumacher in Ferrari 5.00/5 (100.00%) 1 vote
Leggi altri articoli in Amarcord

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

F1 | GP Spagna 1996: la prima storica vittoria di Schumacher in Ferrari

Esattamente 22 anni fa (2 giugno 1996), il tedesco coglie il primo trionfo in Ferrari con un'autentica dimostrazione di forza sul bagnato

Piero Ladisa
di 2 giugno, 2018
F1 | GP Spagna 1996: la prima storica vittoria di Schumacher in Ferrari

Ci sono imprese che restano incise nel cuore e nella mente degli appassionati. Memoriali che, malgrado l’avvicendarsi inesorabile del tempo, non vengono scalfiti o ingialliti dall’album dei ricordi. Come la prima storica vittoria di Michael Schumacher in Ferrari, colta dal tedesco sul tracciato catalano del Montmelò domenica 2 giugno 1996.

I due appuntamenti precedenti a quel Gran Premio di Spagna avevano offerto una Ferrari forte sul giro secco (Schumacher aveva infatti centrato le due pole consecutive a Imola e a Montecarlo, in quest’ultimo caso con una mirabile magia nel terzo settore della pista monegasca, ndr) ma non all’altezza nel confronto in gara, complici anche le partenze non eccelse del tedesco e il ritiro dopo poche curve patito a Monaco. Ma oramai i tempi sono maturi verso quel grande salto chiamato vittoria.

Nel sabato di qualifiche del Montmelò torna a brillare in pista la Williams-Renault, che monopolizza l’intera prima fila dello schieramento con Damon Hill che precede il più giovane compagno di squadra Jacques Villeneuve. Alle loro spalle c’è la Ferrari F310 di Schumacher, che accusa un pesante distacco dalla migliore prestazione fatta segnare dalla prima delle FW18: oltre nove decimi.

I riscontri forniti al termine delle prove ufficiali non lasciano, almeno sulla carta, nessuna possibilità di successo alla Ferrari e a Michael. Ma c’è una variabile, che da li a poche ore si sarebbe manifestata, sovvertendo le forze in pista: la pioggia.

Infatti il maltempo si abbatte impetuoso nella zona del Montmelò già dalla sera del sabato, costringendo i piloti a disputare warm-up e gara su pista bagnata. Ed è proprio in condizioni estreme che emerge il manico del pilota.

Come avviene per un driver dalla classe cristallina come Michael.

La partenza non è però delle più memorabili per Schumacher che, complice un problema alla frizione, perde diverse posizioni e scivola dal terzo posto fino al dodicesimo.

Il tedesco sprofonda così a centro gruppo, dando vita a una straordinaria rimonta, malgrado la scarsa visibilità, che lo porta in pochi giri a rimontare posizioni su posizioni fino alla leadership della corsa ottenuta al dodicesimo giro, quando si sbarazza della Williams di Villeneuve al tornantino, dove in precedenza aveva messo la freccia anche sulla Benetton di Jean Alesi.

La prodigiosa remuntada è così compiuta. La Ferrari numero 1 si issa in testa alla classifica del GP di Spagna non lasciandola più fino alla bandiera a scacchi, malgrado un problema di potenza al motore.

Nonostante il nubifragio Schumacher è protagonista di un’autentica dimostrazione di forza sul bagnato, dipingendo mirabili traiettorie tra i rivoli d’acqua della pista catalana.

Come dimostrano gli impietosi distacchi rifilati alla concorrenza: Alesi 2° becca 45”, Villeneuve 3° 48”. Tutti i restanti piloti giunti a traguardo sono invece doppiati.

Alla sesta gara in Ferrari Schumacher si regala così la prima vittoria (delle 72) in rosso.

E’ l’inizio del mito, di una straordinaria storia d’amore che porterà il tedesco e la Ferrari a dominare la scena della Formula Uno solamente qualche anno dopo.

http://f1grandprix.motorionline.com/f1-gp-spagna-1996-la-prima-storica-vittoria-di-schumacher-in-ferrari/