F1 GP Monaco, Prove Libere 2: giovedì al top per la Red Bull, con Ricciardo davanti a Verstappen

Vettel terzo a mezzo secondo dal vertice, seguito da Hamilton e Raikkonen

F1 GP Monaco, Prove Libere 2: giovedì al top per la Red Bull, con Ricciardo davanti a Verstappen

Daniel Ricciardo non molla la presa ed è anche al pomeriggio l’uomo dei record, con un nuovo stratosferico miglior tempo, 1:11.841, messo a segno ancora una volta “ai danni” del compagno di box Verstappen, giunto secondo a quasi due decimi. Con la gomma da qualifica, la hypersoft, l’australiano non ha avuto rivali, segno di come la Red Bull sia la monoposto che meglio si adatta alle caratteristiche aerodinamiche richieste da questo circuito. Al terzo posto sale a fine giornata la Ferrari di Vettel, staccata di mezzo secondo dal vertice, mentre Hamilton, Raikkonen, Bottas, Hulkenberg, Vandoorne, Alonso e Sainz completano la top ten. Ma se la Red Bull non ha avuto rivali sul giro secco, nei long run è stata ancora una volta la Ferrari a impressionare, con entrambe le monoposto del Cavallino apparse in ottima forma nella simulazione del passo gara.

Cronaca – Ancora sole e caldo a Monaco, quando scatta la seconda sessione di Libere sul circuito cittadino più glamour del calendario. Magnussen, che al mattino aveva accumulato solamente 7 giri, si lancia per primo con la gomma rossa. Dietro di lui una manciata di piloti, tra cui anche il compagno di squadra Grosjean, che dopo appena tre minuti dal via ferma il cronometro a 1:16.164, con la gomma ultrasoft. Quindi si susseguono al vertice Leclerc e Vettel: con la ultrasoft il tedesco fa segnare 1:13.250. Le Red Bull lasciano a loro volta i box e subito Verstappen si prende la vetta della classifica, grazie al nuovo tempo record di 1:12.071, ottenuto sulla gomma hypersoft.

A venticinque minuti dal via però, sventola la prima bandiera rossa a Monaco: i piloti devono tornare ai box, mentre si cerca di capire chi o cosa sia il colpevole dello stop: si scopre essere un tombino, che verrà poi saldato permettendo ai piloti di ripartire a circa metà sessione. Intanto, Verstappen è al comando seguito da Vettel a oltre un secondo, quindi Ricciardo, Bottas, Hartley, Gasly, Hamilton, Raikkonen, Alonso e Hulkenberg. Bottas e Alonso sono gli unici con le ultrasoft, Hamilton in solitaria con la supersoft.

Alla ripartenza, Ricciardo si porta in seconda posizione, a 4 decimi dal compagno di squadra, ma poi Vettel si fa di nuovo sotto e gli strappa la piazza. Verstappen non si placa, e fa segnare un nuovo record: 1:12.035. I primi cinque protagonisti – Verstappen, Vettel, Ricciardo, Hamilton e Raikkonen – sono racchiusi in appena mezzo secondo. Tutti con la gomma hypersoft. Alle loro spalle, quando mancano trenta minuti alla conclusione, ci sono Bottas, Hulkenberg, Sainz, Alonso e Hartley.

Vandoorne fa suo l’ottavo tempo, mentre le Ferrari e Verstappen sono passate alla simulazione del passo gara. Ricciardo vuole invece tentare ancora una volta a migliorare il suo giro secco, e riesce infine a sbriciolare il record del compagno di box, fissandone uno nuovo: 1:11.841.
Nei minuti finali i piloti si dedicano ai long run, con Hamilton unico a girare – inutilmente secondo lui – con la mescola supersoft, mentre le due Red Bull completano la simulazione con la sola hypersoft.

F1 GP Monaco – Tempi, risultati e giri Prove Libere 2
1 Daniel Ricciardo Red Bull/Renault 1m11.841s – 33
2 Max Verstappen Red Bull/Renault 1m12.035s 0.194s 41
3 Sebastian Vettel Ferrari 1m12.413s 0.572s 42
4 Lewis Hamilton Mercedes 1m12.536s 0.695s 34
5 Kimi Raikkonen Ferrari 1m12.543s 0.702s 36
6 Valtteri Bottas Mercedes 1m12.642s 0.801s 38
7 Nico Hulkenberg Renault 1m13.047s 1.206s 30
8 Stoffel Vandoorne McLaren/Renault 1m13.077s 1.236s 40
9 Fernando Alonso McLaren/Renault 1m13.115s 1.274s 42
10 Carlos Sainz Renault 1m13.200s 1.359s 34
11 Brendon Hartley Toro Rosso/Honda 1m13.222s 1.381s 47
12 Sergio Perez Force India/Mercedes 1m13.370s 1.529s 39
13 Esteban Ocon Force India/Mercedes 1m13.382s 1.541s 47
14 Pierre Gasly Toro Rosso/Honda 1m13.410s 1.569s 32
15 Sergey Sirotkin Williams/Mercedes 1m13.547s 1.706s 44
16 Kevin Magnussen Haas/Ferrari 1m13.572s 1.731s 41
17 Charles Leclerc Sauber/Ferrari 1m13.575s 1.734s 45
18 Romain Grosjean Haas/Ferrari 1m13.763s 1.922s 37
19 Lance Stroll Williams/Mercedes 1m14.011s 2.170s 34
20 Marcus Ericsson Sauber/Ferrari 1m14.173s 2.332s 46

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

F1 GP Monaco, Prove Libere 2: giovedì al top per la Red Bull, con Ricciardo davanti a Verstappen

Vettel terzo a mezzo secondo dal vertice, seguito da Hamilton e Raikkonen

Nina Stefenelli
di 24 maggio, 2018
F1 GP Monaco, Prove Libere 2: giovedì al top per la Red Bull, con Ricciardo davanti a Verstappen

Daniel Ricciardo non molla la presa ed è anche al pomeriggio l’uomo dei record, con un nuovo stratosferico miglior tempo, 1:11.841, messo a segno ancora una volta “ai danni” del compagno di box Verstappen, giunto secondo a quasi due decimi. Con la gomma da qualifica, la hypersoft, l’australiano non ha avuto rivali, segno di come la Red Bull sia la monoposto che meglio si adatta alle caratteristiche aerodinamiche richieste da questo circuito. Al terzo posto sale a fine giornata la Ferrari di Vettel, staccata di mezzo secondo dal vertice, mentre Hamilton, Raikkonen, Bottas, Hulkenberg, Vandoorne, Alonso e Sainz completano la top ten. Ma se la Red Bull non ha avuto rivali sul giro secco, nei long run è stata ancora una volta la Ferrari a impressionare, con entrambe le monoposto del Cavallino apparse in ottima forma nella simulazione del passo gara.

Cronaca – Ancora sole e caldo a Monaco, quando scatta la seconda sessione di Libere sul circuito cittadino più glamour del calendario. Magnussen, che al mattino aveva accumulato solamente 7 giri, si lancia per primo con la gomma rossa. Dietro di lui una manciata di piloti, tra cui anche il compagno di squadra Grosjean, che dopo appena tre minuti dal via ferma il cronometro a 1:16.164, con la gomma ultrasoft. Quindi si susseguono al vertice Leclerc e Vettel: con la ultrasoft il tedesco fa segnare 1:13.250. Le Red Bull lasciano a loro volta i box e subito Verstappen si prende la vetta della classifica, grazie al nuovo tempo record di 1:12.071, ottenuto sulla gomma hypersoft.

A venticinque minuti dal via però, sventola la prima bandiera rossa a Monaco: i piloti devono tornare ai box, mentre si cerca di capire chi o cosa sia il colpevole dello stop: si scopre essere un tombino, che verrà poi saldato permettendo ai piloti di ripartire a circa metà sessione. Intanto, Verstappen è al comando seguito da Vettel a oltre un secondo, quindi Ricciardo, Bottas, Hartley, Gasly, Hamilton, Raikkonen, Alonso e Hulkenberg. Bottas e Alonso sono gli unici con le ultrasoft, Hamilton in solitaria con la supersoft.

Alla ripartenza, Ricciardo si porta in seconda posizione, a 4 decimi dal compagno di squadra, ma poi Vettel si fa di nuovo sotto e gli strappa la piazza. Verstappen non si placa, e fa segnare un nuovo record: 1:12.035. I primi cinque protagonisti – Verstappen, Vettel, Ricciardo, Hamilton e Raikkonen – sono racchiusi in appena mezzo secondo. Tutti con la gomma hypersoft. Alle loro spalle, quando mancano trenta minuti alla conclusione, ci sono Bottas, Hulkenberg, Sainz, Alonso e Hartley.

Vandoorne fa suo l’ottavo tempo, mentre le Ferrari e Verstappen sono passate alla simulazione del passo gara. Ricciardo vuole invece tentare ancora una volta a migliorare il suo giro secco, e riesce infine a sbriciolare il record del compagno di box, fissandone uno nuovo: 1:11.841.
Nei minuti finali i piloti si dedicano ai long run, con Hamilton unico a girare – inutilmente secondo lui – con la mescola supersoft, mentre le due Red Bull completano la simulazione con la sola hypersoft.

F1 GP Monaco – Tempi, risultati e giri Prove Libere 2
1 Daniel Ricciardo Red Bull/Renault 1m11.841s – 33
2 Max Verstappen Red Bull/Renault 1m12.035s 0.194s 41
3 Sebastian Vettel Ferrari 1m12.413s 0.572s 42
4 Lewis Hamilton Mercedes 1m12.536s 0.695s 34
5 Kimi Raikkonen Ferrari 1m12.543s 0.702s 36
6 Valtteri Bottas Mercedes 1m12.642s 0.801s 38
7 Nico Hulkenberg Renault 1m13.047s 1.206s 30
8 Stoffel Vandoorne McLaren/Renault 1m13.077s 1.236s 40
9 Fernando Alonso McLaren/Renault 1m13.115s 1.274s 42
10 Carlos Sainz Renault 1m13.200s 1.359s 34
11 Brendon Hartley Toro Rosso/Honda 1m13.222s 1.381s 47
12 Sergio Perez Force India/Mercedes 1m13.370s 1.529s 39
13 Esteban Ocon Force India/Mercedes 1m13.382s 1.541s 47
14 Pierre Gasly Toro Rosso/Honda 1m13.410s 1.569s 32
15 Sergey Sirotkin Williams/Mercedes 1m13.547s 1.706s 44
16 Kevin Magnussen Haas/Ferrari 1m13.572s 1.731s 41
17 Charles Leclerc Sauber/Ferrari 1m13.575s 1.734s 45
18 Romain Grosjean Haas/Ferrari 1m13.763s 1.922s 37
19 Lance Stroll Williams/Mercedes 1m14.011s 2.170s 34
20 Marcus Ericsson Sauber/Ferrari 1m14.173s 2.332s 46

http://f1grandprix.motorionline.com/f1-gp-monaco-prove-libere-2-giovedi-al-top-per-la-red-bull-con-ricciardo-davanti-a-verstappen/