F1 GP Bahrain, Prove Libere 1: Vettel precede le Red Bull

Surriscaldamento del turbo per Raikkonen, che abbandona a metà sessione

F1 GP Bahrain, Prove Libere 1: Vettel precede le Red Bull

Miglior crono per Sebastian Vettel, 1:32.697, durante la prima sessione di Prove Libere nel caldissimo deserto di Manama. Il pilota della Ferrari si è imposto con la gomma soft davanti a Ricciardo, staccato di 4 decimi, e quindi Verstappen, Perez, Massa, Stroll, Ocon, Alonso, Grosjean e Hamilton. Le due Mercedes l’hanno fatta comunque da leader in quanto a giri percorsi. Problemi invece di surriscaldamento al turbo sulla SF70H di Raikkonen, costretto ad abbandonare la sessione in anticipo. Pista molto sporca e scivolosa, in quella che risulta comunque essere una sessione non troppo significativa, dal momento che qualifiche e gara si disputeranno poi al tramonto, con temperature sensibilmente differenti.

Cronaca – Semaforo verde a Sakhir, e le temperature sono già altissime: 38°C quella dell’aria e 47°C quella dell’asfalto. Ferrari, Haas, insieme a Ericsson, Kvyat, Palmer, Alonso e Verstappen lasciano per primi i box. Tutti i piloti, ad eccezione di Sainz e Stroll, sono su gomma medium: la pista si presenta molto scivolosa e sporca di sabbia. Da segnalare il rientro al volante della Sauber da parte di Wehrlein, che era stato finora sostituito da Giovinazzi. Il primo crono è per la Red Bull di Ricciardo, 1:38.985, ritoccato subito a 1:38.843. Quindi passa in testa Bottas, e Hamilton è terzo poi si prende la leadership in 1:38.112. Dopo i primi giri di installazione tornano a girare Stroll, Grosjean, Ocon e Perez. Hamilton scende a 1:36.798, Vettel si porta secondo a 2 decimi. Quarto crono per Massa, seguito da Perez. Il brasiliano poi si prende la terza posizione, scavalcando Bottas. Sainz passa al comando su gomma soft, con il miglior crono di 1:36.079. Lo seguono Hamilton, Vettel, Massa, Bottas, Ocon, Verstappen, Grosjean, Perez e Alonso.

Con le soft Bottas si mette davanti, in 1:35.002 ma subito gli risponde il compagno di box Hamilton, a parità di gomma più veloce in 1:34.636. Problemi per Raikkonen, fermo a bordo pista con il posteriore in fumo. In pista rimangono a girare solo le due Mercedes, impegnate nei long run con la mescola soft.  A metà sessione Hamilton precede Bottas, Sainz, Vettel, Ocon, Massa, Verstappen, Grosjean, Stroll e Perez.

Dopo uno stint di 18 giri con le soft, Hamilton rientra ai box. Stroll con la mescola gialla passa al comando in 1:34.322, quindi lo surclassa Perez, in 1:34.095, anche lui con la mescola gialla. Quarto crono per Grosjean, secondo per Massa. Vettel lascia i box con la mescola soft e si prende la testa del gruppo in 1:32.697. A trenta minuti dalla conclusione, il tedesco della Ferrari precede Perez, Massa, Stroll, Ocon, Grosjean, Hamilton, Bottas, Magnussen ed Ericsson. Poco dopo Ricciardo si prende il secondo crono a 4 decimi dal leader. Verstappen è alle sue spalle, a quasi un secondo dal vertice. Hamilton torna a girare con la gomma gialla usata, mentre la McLaren di Vandoorne si ferma a bordo pista, apparentemente per un problema di pressione idraulica all’interno dell’ERS.

A una quindicina di minuti dalla bandiera a scacchi, Vettel è sempre al comando davanti a Ricciardo, Verstappen, Perez, Massa, Stroll, Ocon, Grosjean, Hamilton e Hulkenberg. Nel suo primo run su soft Alonso si infila all’ottavo posto. L’ultima uscita di Vettel a meno di una decina di minuti dalla conclusione, vede il tedesco impegnato con la monoposto più carica di benzina. Vettel e Hamilton nelle fasi finali sono impegnati nei long run, con il tedesco sul piede dell’1.38 contro l’1.36 del britannico della Mercedes . La bandiera a scacchi manda tutti ai box con Vettel leader davanti alle Red Bull.

F1 GP Bahrain – Tempi, risultati e giri Prove Libere 1

1 Sebastian Vettel Ferrari 1m32.697s 21
2 Daniel Ricciardo Red Bull/Renault 1m33.097s 0.400s 22
3 Max Verstappen Red Bull/Renault 1m33.566s 0.869s 23
4 Sergio Perez Force India/Mercedes 1m34.095s 1.398s 22
5 Felipe Massa Williams/Mercedes 1m34.246s 1.549s 24
6 Lance Stroll Williams/Mercedes 1m34.322s 1.625s 25
7 Esteban Ocon Force India/Mercedes 1m34.332s 1.635s 23
8 Fernando Alonso McLaren/Honda 1m34.372s 1.675s 14
9 Romain Grosjean Haas/Ferrari 1m34.564s 1.867s 21
10 Lewis Hamilton Mercedes 1m34.636s 1.939s 28
11 Daniil Kvyat Toro Rosso/Renault 1m34.838s 2.141s 13
12 Nico Hulkenberg Renault 1m34.927s 2.230s 13
13 Stoffel Vandoorne McLaren/Honda 1m34.997s 2.300s 10
14 Valtteri Bottas Mercedes 1m35.002s 2.305s 27
15 Jolyon Palmer Renault 1m35.068s 2.371s 19
16 Kevin Magnussen Haas/Ferrari 1m35.579s 2.882s 21
17 Marcus Ericsson Sauber/Ferrari 1m35.888s 3.191s 23
18 Pascal Wehrlein Sauber/Ferrari 1m35.959s 3.262s 23
19 Carlos Sainz Toro Rosso/Renault 1m36.079s 3.382s 16
20 Kimi Raikkonen Ferrari 1m42.333s 9.636s 6

 

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Ferrari

F1 | Vettel: “Ho pensato, non ce la farò mai”

La strategia Ferrari premia il pilota tedesco e la sua maestria nella gestione della mescola soft
Non poteva esserci modo migliore di festeggiare il 200esimo GP della carriera per Sebastian Vettel, che ha trionfato in Bahrain davanti alle

F1 GP Bahrain, Prove Libere 1: Vettel precede le Red Bull

Surriscaldamento del turbo per Raikkonen, che abbandona a metà sessione

Nina Stefenelli
di 14 aprile, 2017
F1 GP Bahrain, Prove Libere 1: Vettel precede le Red Bull

Miglior crono per Sebastian Vettel, 1:32.697, durante la prima sessione di Prove Libere nel caldissimo deserto di Manama. Il pilota della Ferrari si è imposto con la gomma soft davanti a Ricciardo, staccato di 4 decimi, e quindi Verstappen, Perez, Massa, Stroll, Ocon, Alonso, Grosjean e Hamilton. Le due Mercedes l’hanno fatta comunque da leader in quanto a giri percorsi. Problemi invece di surriscaldamento al turbo sulla SF70H di Raikkonen, costretto ad abbandonare la sessione in anticipo. Pista molto sporca e scivolosa, in quella che risulta comunque essere una sessione non troppo significativa, dal momento che qualifiche e gara si disputeranno poi al tramonto, con temperature sensibilmente differenti.

Cronaca – Semaforo verde a Sakhir, e le temperature sono già altissime: 38°C quella dell’aria e 47°C quella dell’asfalto. Ferrari, Haas, insieme a Ericsson, Kvyat, Palmer, Alonso e Verstappen lasciano per primi i box. Tutti i piloti, ad eccezione di Sainz e Stroll, sono su gomma medium: la pista si presenta molto scivolosa e sporca di sabbia. Da segnalare il rientro al volante della Sauber da parte di Wehrlein, che era stato finora sostituito da Giovinazzi. Il primo crono è per la Red Bull di Ricciardo, 1:38.985, ritoccato subito a 1:38.843. Quindi passa in testa Bottas, e Hamilton è terzo poi si prende la leadership in 1:38.112. Dopo i primi giri di installazione tornano a girare Stroll, Grosjean, Ocon e Perez. Hamilton scende a 1:36.798, Vettel si porta secondo a 2 decimi. Quarto crono per Massa, seguito da Perez. Il brasiliano poi si prende la terza posizione, scavalcando Bottas. Sainz passa al comando su gomma soft, con il miglior crono di 1:36.079. Lo seguono Hamilton, Vettel, Massa, Bottas, Ocon, Verstappen, Grosjean, Perez e Alonso.

Con le soft Bottas si mette davanti, in 1:35.002 ma subito gli risponde il compagno di box Hamilton, a parità di gomma più veloce in 1:34.636. Problemi per Raikkonen, fermo a bordo pista con il posteriore in fumo. In pista rimangono a girare solo le due Mercedes, impegnate nei long run con la mescola soft.  A metà sessione Hamilton precede Bottas, Sainz, Vettel, Ocon, Massa, Verstappen, Grosjean, Stroll e Perez.

Dopo uno stint di 18 giri con le soft, Hamilton rientra ai box. Stroll con la mescola gialla passa al comando in 1:34.322, quindi lo surclassa Perez, in 1:34.095, anche lui con la mescola gialla. Quarto crono per Grosjean, secondo per Massa. Vettel lascia i box con la mescola soft e si prende la testa del gruppo in 1:32.697. A trenta minuti dalla conclusione, il tedesco della Ferrari precede Perez, Massa, Stroll, Ocon, Grosjean, Hamilton, Bottas, Magnussen ed Ericsson. Poco dopo Ricciardo si prende il secondo crono a 4 decimi dal leader. Verstappen è alle sue spalle, a quasi un secondo dal vertice. Hamilton torna a girare con la gomma gialla usata, mentre la McLaren di Vandoorne si ferma a bordo pista, apparentemente per un problema di pressione idraulica all’interno dell’ERS.

A una quindicina di minuti dalla bandiera a scacchi, Vettel è sempre al comando davanti a Ricciardo, Verstappen, Perez, Massa, Stroll, Ocon, Grosjean, Hamilton e Hulkenberg. Nel suo primo run su soft Alonso si infila all’ottavo posto. L’ultima uscita di Vettel a meno di una decina di minuti dalla conclusione, vede il tedesco impegnato con la monoposto più carica di benzina. Vettel e Hamilton nelle fasi finali sono impegnati nei long run, con il tedesco sul piede dell’1.38 contro l’1.36 del britannico della Mercedes . La bandiera a scacchi manda tutti ai box con Vettel leader davanti alle Red Bull.

F1 GP Bahrain – Tempi, risultati e giri Prove Libere 1

1 Sebastian Vettel Ferrari 1m32.697s 21
2 Daniel Ricciardo Red Bull/Renault 1m33.097s 0.400s 22
3 Max Verstappen Red Bull/Renault 1m33.566s 0.869s 23
4 Sergio Perez Force India/Mercedes 1m34.095s 1.398s 22
5 Felipe Massa Williams/Mercedes 1m34.246s 1.549s 24
6 Lance Stroll Williams/Mercedes 1m34.322s 1.625s 25
7 Esteban Ocon Force India/Mercedes 1m34.332s 1.635s 23
8 Fernando Alonso McLaren/Honda 1m34.372s 1.675s 14
9 Romain Grosjean Haas/Ferrari 1m34.564s 1.867s 21
10 Lewis Hamilton Mercedes 1m34.636s 1.939s 28
11 Daniil Kvyat Toro Rosso/Renault 1m34.838s 2.141s 13
12 Nico Hulkenberg Renault 1m34.927s 2.230s 13
13 Stoffel Vandoorne McLaren/Honda 1m34.997s 2.300s 10
14 Valtteri Bottas Mercedes 1m35.002s 2.305s 27
15 Jolyon Palmer Renault 1m35.068s 2.371s 19
16 Kevin Magnussen Haas/Ferrari 1m35.579s 2.882s 21
17 Marcus Ericsson Sauber/Ferrari 1m35.888s 3.191s 23
18 Pascal Wehrlein Sauber/Ferrari 1m35.959s 3.262s 23
19 Carlos Sainz Toro Rosso/Renault 1m36.079s 3.382s 16
20 Kimi Raikkonen Ferrari 1m42.333s 9.636s 6

 

http://f1grandprix.motorionline.com/f1-gp-bahrain-prove-libere-1-vettel-precede-le-red-bull/