F1 GP Abu Dhabi: Bottas conquista l’ultima gara dell’anno davanti a Hamilton

Terza la Ferrari di Vettel. Quarto Raikkonen

F1 GP Abu Dhabi: Bottas conquista l’ultima gara dell’anno davanti a Hamilton

Valtteri Bottas conclude il Mondiale F1 2017 sul gradino più alto del podio, vincendo il GP di Abu Dhabi davanti al compagno di box Lewis Hamilton e a Sebastian Vettel. Quarta la Ferrari di Kimi Raikkonen, davanti a Verstappen, Hulkenberg, Perez, Ocon, Alonso e Massa. Il finlandese della Mercedes ha mantenuto la testa della gara dalla pole position al traguardo, riuscendo a mantenere il distacco nei confronti del rivale britannico, che si è avvicinato, ma non abbastanza, solamente dopo il pit stop e sul finale di gara. Lontanissima invece la Ferrari di Vettel, mentre Raikkonen ha tenuto botta per tutti i 55 giri, con la Red Bull di Verstappen che incalzava alle sue spalle. Geazie a Hulkenberg, la Renault scavalca la Toro Rosso nei Costruttori e conquista il sesto posto. La stagione 2017 saluta i tifosi con Lewis Hamilton Campione del mondo davanti a Sebastian Vettel e a Valtteri Bottas!

Cronaca – 31°C la temperatura dell’aria e 24°C quella dell’asfalto. Gomma ultrasoft usata per i primi dieci, nuova per i piloti fino alla 17esima posizione, e supersoft per gli ultimi tre in griglia. Bottas scatta bene e mantiene la pole position, con Hamilton, Vettel, e Ricciardo e Raikkonen in lotta alle sue spalle. Al via Magnussen va in testa coda alla prima curva e scivola sul fondo del gruppo. Subito battaglia tra Hulkenberg e le Force India, ma il tedesco si tiene stretta la piazza.  Al giro 1, Bottas, Hamilton, Vettel, Ricciardo, Raikkonen, Verstappen, Hulkenberg Perez, Ocon, che ha superato Massa, e quindi Alonso. Vandoorne è scivolato 15esimo. Hulkenberg commette un taglio di chicane e si avvantaggia su Perez che lo aveva nel frattempo sorpassato. L’incidente viene messo sotto investigazione e il tedesco si becca 5 secondi di penalità. Verstappen si mette subito a caccia di Raikkonen. In lotta per la decima piazza Massa, Alonso e Sainz, mentre Grosjean e Stroll se le suoneranno per moltissimi giri per il 13esimo posto, con il canadese intenzionato a difendere tenacemente la posizione.

Al giro 11 Bottas è al comando con un vantaggio di 2s su Hamilton, seguito da Vettel a 3.2s. Quindi Ricciardo, Kimi, Verstappen, Hulkenberg, Perez, Ocon, Massa e Alonso. Il primo a fermarsi è Stroll, dopo aver subito il sorpasso da parte di Grosjean. Al giro 15 rientra anche Verstappen e subito dopo tocca a Raikkonen, che rientra davanti alla Red Bull. I pit stop proseguono con Perez, Hulkenberg e Ricciardo. L’australiano tocca un cordolo e si ferma per una sospetta foratura. Grosjean strappa l’11esima piazza a Hulkenberg. Al giro 21 Vettel ai box. Ricciardo intanto parcheggia nell’erba per una perdita idraulica e termina così la stagione. Al giro 22 si ferma anche Bottas e Hamilton passa al comando, per pittare tre tornate dopo.

Al giro 26: Bottas, Hamilton, Vettel, Kimi, Verstappen, Ocon, Sainz, Hulkenberg, Perez e Grosjean. Hamilton effettua un bloccaggio e perde terreno dal compagno di box. Al giro 32 pit stop per Ocon e Sainz; ma la Renault dello spagnolo viene rimandata in pista con la gomma anteriore destra fissata male, e poco dopo essere rientrato in pista è costretto a parcheggiare nell’erba e ritirarsi. Al 36esimo giro tutti i piloti hanno effettuato almeno una sosta (due solamente per Stroll): con gomma ultrasoft sono Wehrlein, Hartley, Ericsson e Stroll, tutti gli altri montano le supersoft. Hamilton è a 1.4s da Bottas. Magnussen, Wehrlein e Hartley sono protagonisti di una lotta serrata per la 13esima piazza. A poco più di una decina di giri dalla fine, Bottas prosegue al comando con un distacco di 1.2s su Hamilton. Vettel è terzo a 20s, mentre tra Raikkonen e Verstappen ci sono 3.2s. Al giro 47, Bottas, Hamilton, Vettel, Kimi, Verstappen, Hulkenberg, Perez, Ocon, Alonso e Massa. Hamilton si avvicina a Bottas ma guadagna e perde terreno progressivamente, mentre la fine si avvicina… E Vettel fa segnare il GPV, 1:41.244.

Inizia l’ultimo giro, il finlandese della Mercedes resiste… La bandiera a scacchi sventola ad Abu Dhabi e regala l’ultimo GP dell’anno a Valtteri Bottas, davanti a Hamilton e Vettel!

F1 GP Abu Dhabi – Tempi, risultati e giri Gara 

1 Valtteri Bottas Mercedes 55 1h34m14.063s
2 Lewis Hamilton Mercedes 55 3.899s
3 Sebastian Vettel Ferrari 55 19.330s
4 Kimi Raikkonen Ferrari 55 45.386s
5 Max Verstappen Red Bull/Renault 55 46.269s
6 Nico Hulkenberg Renault 55 1m25.713s
7 Sergio Perez Force India/Mercedes 55 1m32.062s
8 Esteban Ocon Force India/Mercedes 55 1m38.911s
9 Fernando Alonso McLaren/Honda 54 1 Giro
10 Felipe Massa Williams/Mercedes 54 1 Giro
11 Romain Grosjean Haas/Ferrari 54 1 Giro
12 Stoffel Vandoorne McLaren/Honda 54 1 Giro
13 Kevin Magnussen Haas/Ferrari 54 1 Giro
14 Pascal Wehrlein Sauber/Ferrari 54 1 Giro
15 Brendon Hartley Toro Rosso/Renault 54 1 Giro
16 Pierre Gasly Toro Rosso/Renault 54 1 Giro
17 Marcus Ericsson Sauber/Ferrari 54 1 Giro
18 Lance Stroll Williams/Mercedes 54 1 Giro
Carlos Sainz Renault 31 DNF
Daniel Ricciardo Red Bull/Renault 20 DNF

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

1 commento
  1. cevola

    26 novembre 2017 at 18:09

    Gara senza molti spunti se non la conferma, se mai qualcuno avesse avuto dubbi, che la Mercedes è ancora fortissima e che gli altri sono indietro. La Ferrari ha fatto un bel santo in avanti quest’anno, ma non c’è stata storia e anche le rotture avute non hanno influito sul risultato finale. Redbull irriconoscibili dopo la vittoria in Messico, sono state protagoniste in senso negativo. dal quinto posto in poi la gara degli altri, quelli che sembra corrano in un’altra categoria. Grande Alonso, come sempre e bravo Hulkemberg a portare la Renault ai piani alti. Infine bravo Massa che oggi lascia la F1, ma che, vedendo cosa ha fatto il nastro nacente Stroll, forse potrebbe anche rimanere…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati