F1 | Force India, Mallya fissa gli obiettivi: “Confermare la quarta posizione e avvicinarci ai top team”

Il boss della scuderia indiana si allinea ai progetti di Liberty Media: "Serve una più equa condivisione del montepremi"

F1 | Force India, Mallya fissa gli obiettivi: “Confermare la quarta posizione e avvicinarci ai top team”

Come ribadito più volte durante l’inverno, la Force India nel 2018 tenterà di confermare la quarta posizione nel campionato costruttori ottenuta negli ultimi due anni. Il prevedibile rilancio di Renault e, soprattutto, McLaren però renderà la missione molto più ardua del solito: il boss della scuderia indiana, Vijay Mallya, intervistato da Firstpost, si è detto consapevole del gap, economico e tecnico, presente con i top team: “Al momento c’è un enorme divario che dobbiamo chiudere con le prime tre squadre, ma sono comunque orgoglioso di essere il migliore del resto del gruppo. Corriamo contro enormi produttori di automobili e dobbiamo essere realistici su ciò che possiamo ottenere con le nostre risorse, quindi sono soddisfatto e orgoglioso del lavoro che stiamo svolgendo: ma sono alla ricerca di risultati e podi ancora migliori. L’obiettivo per il futuro è mantenere la nostra posizione e iniziare a colmare il divario con i team davanti a noi.

Mallya ha poi sposato la discussa linea di Liberty Media, finalizzata ad una competizione più equa: “Non è un segreto che ci manca la potenza finanziaria di Mercedes e Ferrari: questi team di produttori privilegiati beneficiano anche di vantaggiosi accordi in denaro, che ampliano ulteriormente il divario rispetto ai team indipendenti. È una cosa che da sempre crediamo abbia un impatto sulla salute e sulla competitività di questo sport: una più equa condivisione del montepremi permetterebbe alle altre squadre, compresa la Force India, di competere su un piano più equo. Finché non verrà affrontata questa situazione, è improbabile che vedremo squadre indipendenti in lotta per la vittoria ogni settimana”.

Federico Martino

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati