F1| Force India alla ricerca di altri punti in Bahrein

Perez e Ocon si preparano ad affrontare una delle piste più impegnative

F1| Force India alla ricerca di altri punti in Bahrein

La scuderia indiana si prepara ad affrontare il round negli Emirati Arabi, dopo le gare positive dell’Australia e della Cina. Finora, i punti conquistati sono dieci.Il proprietario del team, Vijay Mallya, si è detto più che soddisfatto per il lavoro svolto fino a questo momento, consapevole del fatto che la Formula 1 di oggi richiede molte più sfide. “Sappiamo dove dobbiamo migliorare – ha commentato l’imprenditore indiano al sito ufficiale Force Indiae bisogna concentrare la nostra attenzione su questo punto ma tutto sommato, la nostra vettura è stata competitiva in due circuiti differenti con diverse condizioni climatiche. In Bahrein vogliamo ancora conquistare dei punti”.

Sergio Perez è reduce da due buone prestazioni che gli sono valse otto punti in classifica nonostante ci sia il rammarico per la Cina, dove avrebbe potuto concludere in una migliore posizione.

“Il Bahrein è una delle mie piste preferite, e correre di notte, rende tutto più eccitante. Ricordo ancora il mio podio nel 2014 e la battaglia con Jenson Button nel 2013”.
Il pilota messicano ha poi aggiunto che la struttura del circuito, richiede molto ai pneumatici ma quest’anno il problema non dovrebbe presentarsi.

“Il team sta lavorando sodo sullo sviluppo della monoposto e abbiamo visto i primi progressi in Cina. Anche per questa settimana avremo degli aggiornamenti e spero che vedremo i benefici”.

Anche Esteban Ocon ha ottenuto un punto nella gara della Cina e nonostante non abbiano potuto provare il venerdì e la qualifica piuttosto deludente, in gara ci sono stati dei riscontri positivi.

“Amo questa pista, non vedo l’ora di correre in notturna! Ho un buon ricordo del 2015 dove ho fatto la pole in GP3. Ci sono molte parti che mi piacciono ma la mia preferita è la combinazione delle curve 5, 6, 7: una veloce chicane e poi il tornante, un punto cruciale per la frenata che puoi affrontare ad alta velocità. Non è facile trovare il giusto setup per questa parte ma quando lo trovi e riesci a guidare bene, è una bellissima sensazione”

“Il Sahkir è un circuito impegnativo per i pneumatici, i freni ed il motore. Ci sono lunghi rettilinei ed è complicato anche per i piloti perchè devi essere sempre idratato per sopportare le alte temperature”.

Jessica Cortellazzi

 

 

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati