F1 | Ferrari, Marchionne: “Possiamo ancora giocarcela con Mercedes”

"Bloccati da una componente che costa pochi euro" ha aggiunto

F1 | Ferrari, Marchionne: “Possiamo ancora giocarcela con Mercedes”

In un’intervista rilasciata all’emittente Class-Cnbc, Sergio Marchionne ha commentato la ‘debacle’ della Ferrari nell’ultimo GP del Giappone, sedicesimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula Uno. Il numero uno della Scuderia non ha voluto parlare di “arresa” mondiale, sottolineando come la SF70-H sia una vettura all’altezza della W08 EQ-Power. Marchionne vuole una Ferrari combattiva, aggressiva e capace di aggredire la Mercedes nei restanti quattro appuntamenti del mondiale. Finché la matematica non darà ragione a Lewis Hamilton (potrebbe arrivare già ad Austin.ndr), Sebastian Vettel dovrà correre per raccogliere il massimo possibile di punti.

Ecco le parole di Sergio Marchionne: “Io non credo alla sfortuna perchè certi problemi capitano a tutti. Ultimamente in gara li abbiamo collezionate tutti noi, ma la cosa fondamentale è non perdere la fiducia che ci ha portato fino a questo punto. Quando mi chiedono ‘Cosa pensi di questa Ferrari’, rispondo sempre di guardare le prestazioni dell’anno scorso. Un anno dopo siamo a giocarci il titolo e nessuno avrebbe scommesso su questa cosa. Non voglio fare la persona arrogante, ma ritengo la SF70 allo stesso livello della Mercedes. Red Bull ha fatto un bel passo in avanti, ma non credo sia al nostro stesso livello”.

“La stagione non è persa – ha aggiunto – visto che abbiamo ancora quattro appuntamenti dove è nostro dovere fare il massimo. Questa Ferrari può impensierire la Mercedes e confido di ricucire il gap nei prossimi appuntamenti del campionato”. Ha concluso parlando del componente che ha costretto al ritiro Vettel a Suzuka: “Parliamo di una sciocchezza tecnica di pochi euro (59 per l’esattezza.ndr) che ha comportato un danno enorme. Una banalità ha fermato una macchina che vale milioni di euro”.

Roberto Valenti

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

9 commenti
  1. morriss

    9 ottobre 2017 at 19:09

    Forse ciò che manca alla Ferrari da parecchi anni è il potere sportivo, cosa che abbonda in mercedes ed i risultati si vedono in pista. Credo che se si vuole trovare un colpevole ad ogni costo in questa stagione è stata proprio la mancanza di alzare la voce su regolamenti approvati e cambiati in corso,che hanno finito col penalizzare la rossa. Ma sarebbe una polemica inutile fatta da un opinionista da bar!!!

  2. attilio

    9 ottobre 2017 at 21:01

    Credo tu abbia perfettamente ragione. altro che opinionista da bar. pensa se ci fosse ancora Ross Brawn al posto di Arrivabene. pensi sarebbe finita così?. Non credo.

  3. attilio

    9 ottobre 2017 at 21:04

    premesso non ho niente contro Arrivabene, però credo non sia capace di alzare la voce con charlie, e molto spesso ci sarebbe voluto qualcuno che si facesse sentire.

  4. Magu

    10 ottobre 2017 at 22:20

    La Ferrari nello scorso inverno chiedendo dei chiarimenti sulla interpretazione del regolamento sul terzo elemento delle sospensioni lo ha praticamente fatto vietare ottenendo una “vittoria politica” molto importante oltretutto in modo molto astuto lo ha fatto quando ormai la progettazione delle vetture ’17 erano state completate mettendo quindi in difficoltà Mercedes e Red Bull…quindi il famoso peso politico Mercedes che tanto decantate dove era?….ma fatela finita di vedere sempre il male su chi vince…

  5. max02

    10 ottobre 2017 at 22:48

    mi giocherei anche la casa di vettel che il mondiale lo vince lewis

  6. the magic

    11 ottobre 2017 at 20:39

    Pensare che il mondiale sta svanendo per colpa della federazione e talmente sbagliato che mi lascia un po’ perplesso.. ricordatevi che gli uomini chiave al potere sono tutti ex ferrari, Brown e todt. Il mondiale sta naufraga di per la poca affidabilità e soprattutto per la grande sopravvalutazione di vettel, che a mio modesto parere 3 o 4 piloti in griglia con questa vettura avrebbero rischiato sicuramente di vincerlo ma va bene così continuiamo ad arrampicarsi sugli specchi. Alonso con questa macchina avrebbe vinto a mani basse

  7. Raphael

    13 ottobre 2017 at 01:23

    “La stagione non è persa” ah ah ah….. poverello, dategli qualcosa per favore.

  8. max02

    13 ottobre 2017 at 15:06

    concordo the magic, Alonso l avrebbe vinto a mani basse compreso max

  9. frency

    13 ottobre 2017 at 19:03

    questa storia della politica mi sembra una s…..a,
    perche se vettel e raikkonen a singapore se l’erano rischiata di meno non avevamo preso lo zeroe poi se si rompe una candela non e’ sfortuna ma mancanza di affitabilita.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

F1 | Ferrari, Marchionne: “Possiamo ancora giocarcela con Mercedes”

"Bloccati da una componente che costa pochi euro" ha aggiunto

Roberto Valenti
di 9 ottobre, 2017
F1 | Ferrari, Marchionne: “Possiamo ancora giocarcela con Mercedes”

In un’intervista rilasciata all’emittente Class-Cnbc, Sergio Marchionne ha commentato la ‘debacle’ della Ferrari nell’ultimo GP del Giappone, sedicesimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula Uno. Il numero uno della Scuderia non ha voluto parlare di “arresa” mondiale, sottolineando come la SF70-H sia una vettura all’altezza della W08 EQ-Power. Marchionne vuole una Ferrari combattiva, aggressiva e capace di aggredire la Mercedes nei restanti quattro appuntamenti del mondiale. Finché la matematica non darà ragione a Lewis Hamilton (potrebbe arrivare già ad Austin.ndr), Sebastian Vettel dovrà correre per raccogliere il massimo possibile di punti.

Ecco le parole di Sergio Marchionne: “Io non credo alla sfortuna perchè certi problemi capitano a tutti. Ultimamente in gara li abbiamo collezionate tutti noi, ma la cosa fondamentale è non perdere la fiducia che ci ha portato fino a questo punto. Quando mi chiedono ‘Cosa pensi di questa Ferrari’, rispondo sempre di guardare le prestazioni dell’anno scorso. Un anno dopo siamo a giocarci il titolo e nessuno avrebbe scommesso su questa cosa. Non voglio fare la persona arrogante, ma ritengo la SF70 allo stesso livello della Mercedes. Red Bull ha fatto un bel passo in avanti, ma non credo sia al nostro stesso livello”.

“La stagione non è persa – ha aggiunto – visto che abbiamo ancora quattro appuntamenti dove è nostro dovere fare il massimo. Questa Ferrari può impensierire la Mercedes e confido di ricucire il gap nei prossimi appuntamenti del campionato”. Ha concluso parlando del componente che ha costretto al ritiro Vettel a Suzuka: “Parliamo di una sciocchezza tecnica di pochi euro (59 per l’esattezza.ndr) che ha comportato un danno enorme. Una banalità ha fermato una macchina che vale milioni di euro”.

Roberto Valenti

http://f1grandprix.motorionline.com/f1-ferrari-marchionne-possiamo-ancora-giocarcela-con-mercedes/